Lago di Garda: la meraviglia in bici

Ci sono dei luoghi magici in Italia, mete culturali e scorci naturalistici che nel mondo ci inviano. E, da qualche giorno, il Lago di Garda diventa meta privilegiata del cicloturismo.

Ti piace andare in bici? Sei un ciclista della domenica o ami scoprire luoghi nuovi inforcando la tua bici? In qualunque caso, metti il Lago di Garda tra le tue mete.

Quando nel 2018 è stata inaugurata questa nuova pista ciclabile sul Lago di Garda, è stato subito chiaro che fosse un evento al quale prestare attenzione.
Primo perché la mobilità sostenibile, e l’uso della bici ne è un ottimo esempio, dovrebbe essere promossa, eliminando vincoli e pericoli.
Secondo perché questo percorso sul Lago di Garda promette davvero di regalare a questa pista ciclabile il titolo di più bella d’Italia, forse addirittura d’Europa.

Vuoi scoprire di più, prima di metterti a pedalare?

Garda by Bike

Quando saranno terminati i lavori, la pista ciclabile sul Lago di Garda si estenderà per 12 chilometri. Il progetto prevede di unire Limone del Garda, punto di partenza, con Riva del Garda.

E sebbene ad oggi siano solo 2 i km completati, nel giro di un anno si stima che oltre 280 mila persone l’abbiano già percorsa.

La pista del Lago di Garda termina oggi a capo Reamol, ma merita sicuramente di essere messa tra le possibili tappe del tuo viaggio estivo, se non altro per quei punti in cui si pedala sfiorando l’acqua, agganciati alla roccia e contornati da panorami da mozzare il fiato.

Ti sembra che 2 km siano pochi e che, tutto sommato, potrebbero non valere il viaggio?
Devi sapere che ci sono molti altri percorsi che potresti seguire!

Alla scoperta, in bici

Sai che noi di Esperienze d’Arte siamo curiosi e che ci piace strizzare l’occhio a tutte le forme di bellezza. Anche, se non soprattutto, quelle che la Natura gentilmente ci regala.

Una volta percorsi i 2 km della pista ciclabile del Lago di Garda, puoi decidere di proseguire verso il Trentino, salendo fino a raggiungerei 1800 metri. Sì, sicuramente devi essere almeno un po’ allenato per avventurarti in questa impresa. Ma tranquillo: non c’è bisogno che tu indossi la Maglia Rosa!

Quando arriverai nei pressi di Tremosine sul Garda, potrai dire aver visto una delle meraviglie del mondo: percorrendo la gola del torrente Brasa talvolta, sarai in un percorso scavato nella roccia e, talvolta, a sbalzo su strapiombi.

Che dici ti abbiamo dato un’idea: cicloturismo sul Lago di Garda questa estate?

 

Tags